La passeggiata

La passeggiata

venerdì 30 gennaio 2015

La sospensione del tempo




Tempo
amico effimero
riverbero invernale.
Tu, che fai scendere
una lacrima silenziosa
sul mio volto
non avvolgermi
nel tuo freddo abbraccio.
Sussura nella notte
i mille soli che ho veduto
ed io ti ascolterò.
Cavalcando i sentieri del cielo
cancellerò i fantasmi di ieri
librandomi in future speranze 
che nella brezza della sera
in un riverbero soprannaturale e sublime
mi donerà un battito nuovo.

Emyly Cabor

6 commenti:

  1. bellissime strofe per catturare un'elemento che ci sfugge e per questo ci fa paura.....glo

    RispondiElimina
  2. Cara Gloria, hai inteso perfettamente il senso di questa lirica. Grazie per il tuo commento...

    Emy

    RispondiElimina
  3. Da dove trai la tua ispirazione? Le tue poesie sono sempre così coinvolgenti...

    RispondiElimina
  4. Ciao Barbara, l'ispirazione arriva in un attimo ed è sempre dettata dalle emozioni del momento. Grazie per il profondo complimento, mi fa piacere sapere che le mie liriche sono coinvolgenti...

    RispondiElimina
  5. E' da poco che ti seguo ma adoro il tuo blog

    RispondiElimina
  6. Grazie Ombretta, sei carinissima...<3

    RispondiElimina

Grazie per aver lasciato la vostra impronta!