La passeggiata

La passeggiata

martedì 10 marzo 2015

Dedicata a te




Da piccola la tua forte mano
stringeva la mia facendomi 
sentire protetta da ogni cosa.
Accompagnandomi
con lo sguardo, teneramente
hai continuato a osservarmi 
mentre crescevo.
Severo e bonario
mi raccontavi del futuro
che in me si affacciava.
Eravamo inseparabili
io e te.
Ebbro di emozione
un giorno la tua mano lasciando
la mia, mi consegnava sposa
ma tu discretamente eri sempri con me.
Quanti anni sono passati da allora.
Ora non posso più abbracciarti
posso solo stringerti dolcemente
nei miei pensieri
nei miei sogni
e dirti...
Prendimi ancora per mano papà
e da lassù continua a guidarmi
come quando ero bambina.

Emyly Cabor




19 commenti:

  1. Mi sono commossa. L'ho sentita mia.
    Stefy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefy,
      grazie per la visita e la tua commozione...<3

      Elimina
  2. Mentre leggevo sentivo i brividi! Mi rivedo anche io in questa poesia,anch'io il mio papà lo stringo nei miei pensieri!Un abbraccio,Rosetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rosetta cara, chi ti comprende più di me. La mancanza fisica di una persona cara ha il suo peso sul nostro vivere quotidiano. A volte vorresti che quella persona arrivasse all'improvviso a farti una sorpresa, ma poi ti rendi conto che puoi solo abbracciarla nel cuore e nella mente. Una carezza per te.

      Elimina
  3. Molto toccante!!! grazie per averla condivisa con noi ... ciao ...

    RispondiElimina
  4. Molto commovente.....grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cry, grazie per aver lasciato la tua impronta...

      Elimina
  5. Risposte
    1. Grazie Ombretta, sei gentilissima...

      Elimina
  6. Mamma mi Emy, ho solo visto la foto e già avevo compreso tutto.
    Ormai ogni festa del papà è un pugno che stringe calorosamente il cuore. Non c'è uomo migliore del proprio papà e mi manca tantissimo. Posso diffondere la tua poesia? Mi rispecchia tanto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Non c'è uomo migliore del proprio papà"
      Parole sante, cara Nunzia. La poesia la puoi diffondere, basta citare la fonte. Sono tutelate dal diritto d'autore.
      Un abbraccio

      Emy

      Elimina
    2. ovviamente citerò te e il tuo blog.
      Grazie.

      Elimina
  7. ....grazie....commossa faccio mia questa poesia....

    RispondiElimina

Grazie per aver lasciato la vostra impronta!